Skip to main content Skip to search

Calendario Eventi

I Nostri Eventi

Progetto Acqua e Vita

Scheda adesione

MISSION DEL PROGETTO
L’acqua come fonte vitale.
Campagna di sensibilizzazione e di iniziative didattiche nelle scuole ELEMENTARI con l’obiettivo di rendere consapevoli le nuove generazioni del valore della risorsa idrica.
Si affronterà il delicato tema dell’acqua, per far percepire il valore che la preziosa risorsa ha per il nostro territorio, in una logica di conoscenza che rientra a pieno titolo nelle politiche ambientali e turistiche della nostra Regione.
Il progetto nasce con la peculiarità di diventare un evento ANNUALE, ed esprime un duplice scopo: da un lato, diffondere e valorizzare il suo legame con il territorio, dall’altro tutelare il patrimonio idrico locale e farlo conoscere alle generazioni future.
Con tale progetto si vogliono promuovere i valori di tutela del patrimonio idrico, perseguire politiche di progresso, incoraggiare abitudini e comportamenti di risparmio e rispetto dell’ambiente e sostenere la tutela del proprio territorio.
I beneficiari di tale progetto sono direttamente gli alunni delle classi delle scuole che parteciperanno; arricchiranno le loro conoscenze riguardo il territorio che abitano e che vivranno a pieno in futuro. Indirettamente saranno coinvolti i docenti delle classi suddette e le famiglie degli studenti grazie alla campagna di sensibilizzazione che si espleterà.

ALTER EGO – Massimo Federici / Spazio Arte Valcasana Scheggino /12 Aprile – 16 maggio 2019

Il suo mondo pittorico restituisce espressioni intime, creazioni spontanee non mediate dalla ragione, un interesse verso la forma astratta e la poetica della materia.
Nel suo lavoro c’è l’ossessione di esprimere il movimento, l’energia e altre forze interiori.
La pittura diventa forma e stato d’animo sentimento che potrebbe forse venire espresso con parole diverse.
Resta il fatto che quando ti imbatti in un quadro di Massimo, o nelle sue associazioni compositive di più oggetti che ne esaltano il tempo e lo spazio, ti viene spontaneo pensare la sua opera su di un ampia parete bianca di una sala per esposizioni, con un possibile visitatore che tenta di perdersi nei meandri del suo tessuto pittorico.
Vorresti farlo tuo per poterlo visitare nel suo mistero in un intimo rapporto di infinita lettura .
Come infinite sono le possibilità dell’artista di condurci in futuro verso una inesauribile vena produttiva dove la necessità di sperimentazione e l’indagare sono il gioco con cui Massimo realizza la sua esistenza e i nostri bisogni di meravigliarci.

Ugo Antinori 2014